rubriche: Nerdvana

Yattaman, anche un maiale può arrampicarsi su un albero quando viene adulato.

  Amici di Nerdavana, ma soprattutto amiche di Nerdvane ber ritrovati. Spero abbiate passato una settimana allegra e gioiosa e vi stiate preparando al voto. Se la mia modesta opinione vale qualcosa per voi, vi voglio consigliare un partito politico che non ha bisogno ne di presentazioni ne di descrizioni: “il movimento a 7 stelle di… Read more »

 

Amici di Nerdavana, ma soprattutto amiche di Nerdvane ber ritrovati. Spero abbiate passato una settimana allegra e gioiosa e vi stiate preparando al voto. Se la mia modesta opinione vale qualcosa per voi, vi voglio consigliare un partito politico che non ha bisogno ne di presentazioni ne di descrizioni: “il movimento a 7 stelle di Hokuto” se non lo voti sappi che ti rimarranno solo 3 secondi di vita.movimento_7_stelle_di_hokuto_9762

 

Chiudiamo la parentesi politica e buttiamoci a capofitto in questo nuovo e appassionante articolo. Rileggendo le stronzate che ho scritto le settimane e i mesi precedenti, mi sono accorto che non ho ancora trattato un argomento di vitale importanza per una crescita sana ed equilibrata del vostro patrimonio intellettuale e culturale: “i robottoni nei cartoni animati”. Ma perché mai farlo con i classici Robot seri e con storie penosamente tristi alle spalle, facciamolo con chi è riuscito sempre a farci ridere. Facciamolo urlando tutti insieme “YATTA YATTA YATTAMAN!!!”

 

all1Questo anime nasce in Giappone dalle mani sapienti di Tatsuo Yoshida (autore anche del Mago Pancione Etcì di cui vi parlerò prossimamente) ed è il più famoso della serie di cartoni “Time Bokan”, tra i quali prendono parte anche “i Predatori del Tempo” e “Calendar Man”. L’anime è composto da 108 episodi e nasce per la precisione il 1° gennaio 1977. In Italia verrà trasmesso per la prima volta su Rete4 1983, ma il suo grande successo lo avrà attraverso le televisioni locali.

 

Come vuole la tradizione Time Bokan ogni episodio della serie si svolge in un tempo e in un luogo sempre differenti. La trama è molto semplice, da una parte troviamo il terzetto di ladri “Trio Drombo” capitanato dalla bellissima Miss Dronio e come tirapiedi l’ingeniere sfigatissimo Boyakki e il forzuto idiota Tonzula, e dall’altra ci sono i paladini della giustizia, gli Yattaman, che in realtà sono due ragazzini Ganchan e Janet. Il Trio viene assoldato dal malvagio e misterioso Dottor Dokrobei nel cercare i 4 pezzi della pietra Dokrostone, che una volta riunita li condurrà al fantastico “filone d’oro” che li renderà le persone più ricche del mondo.trio drombo

In ogni scontro con gli Yattaman, Boyakki sforna sempre nuovi robot da far combattere, con le più assurde forme e armi segrete, i nostri paladini della giustizia invece hanno un arsenale più limitato tra cui scegliere:  Yattacan una specie di cane meccanico dotato di idranti come nei camion dei pompieri, lo Yattapellicano un anfibio in grado di correre sull'acqua, lo Yattapesce un sottomarino a forma di rana, lo Yattaking uno Yattacan potenziato che al suo interno contiene i veicoli Yattabull, Yattapanda e Yattadoiler, per finire Yattacammello, Yattaelefante e Yattacampione.

dronio2Come potete immaginare in ogni episodio il Trio Drombo espode insieme al robot e per la gioia degli occhi di grandi e piccini, Miss Dronio rimane in topless! Come di consueto non vi anticipo la fine, ma vi posso dire che non sarà come ve la aspettate.

 

Nel paese del sol levante “Yattaman” ha avuto un seguito elevatissimo, e gli autori del cartone, per omaggiare i fans, presero spunto per i robot del Trio Drombo dai disegni che venivano mandati direttamente dal pubblico, ed ogni puntata Boyakki ringraziava il bambino o la bambina che aveva mandato il disegno.

Cari affezionatissimi anche per oggi è tutto, vi ringrazio per avermi regalato minuti preziosi della vostra vita e vi anticipo che settimana prossima l’articolo sarà dedicato interamente al partito politico che vincerà le elezioni. Non perdetevelo.

Carlo Marchetti