Editoriali

Top Five | Frammenti Arcobaleno

A meno che non ne capiti una delle nostre in questo ultimo stralcio di 2013, eccovi la mia top 5 arcobaleno. 5.Un po' più di dignità per la musica italiana. Nessun cantante ha deciso di seguire le orme di Povia e la sua ridicola canzone Luca era gay. Ahimé ancora in circolazione, ringraziamo di cuore… Read more »

A meno che non ne capiti una delle nostre in questo ultimo stralcio di 2013, eccovi la mia top 5 arcobaleno.

5.Un po' più di dignità per la musica italiana. Nessun cantante ha deciso di seguire le orme di Povia e la sua ridicola canzone Luca era gay. Ahimé ancora in circolazione, ringraziamo di cuore gli artisti per aver preservato il 2013 almeno da questa idiozia contro la dignità della comunità LGBT. Ma dal rap – generalmente non troppo bonario con la diversità in toto – spunta una piccola grande scoperta. Same Love.

 

4.Meno show LGBT, meno personaggi LGBT. E con questa semplice equazione chiudiamo il 2013 con un bel 3.3 in percentuale di presenze arcobaleno nelle serie e nei programmi tv, ossia meno dell'1.1% rispetto al 2012 e il 2014 sarà tutta una discesa. Buon 2014… .

enhanced-buzz-wide-25716-1386716170-22

3. Pussy Riot libere! Non è certo un evento arcobaleno ma tutto ciò che si tinge di desiderio di libertà, è degno di nota. Una bella ahola per questo meravigliosamente pazzo gruppo riot grrrl e per la loro intensa lotta.

peaches_free_pussy_riot

 

2. L'arancio è d'obbligo. E dopo un'infinità di personaggi assolutamente incredibili…ma non perché siano fantastici, semplicemente irreali e fuori dal mondo, arriva la schiera di donne, una più reale e particolare dell'altra di Orange is the new black, e si aggiudicano con giusta ragione il secondo posto della nostra top 5.

 

1. Alla conquista di Cannes. Con la speranza di non vedere più film come Good as you ma che l'esperienza di Cannes influenzi il cinema nostrano, un brindisi post-natalizio a due opere che han stupito, o meglio scandalizzato il mondo: La vita di Adele e Lo sconosciuto del lago, vincitori nel 2013 rispettivamente della Palma d'Oro e della Queer Palm.

l'inconnu d'adele

 

 

 

 

 

 

 

Valentina Marzola