Serie Tv & Nuovi Media

“Sleepy Hollow”: benvenuto, franchise!

Ammettiamolo: a tutti è venuto qualche dubbio con le prime voci di una serie sul mondo di Sleepy Hollow. In fondo parliamo di un film iconico, quel piccolo cult in cui Tim Burton e Johnny Depp ci sembravano ancora originali con la loro adorabile stravaganza. Non so voi, ma io sono stata smentita in fretta. La… Read more »

Ammettiamolo: a tutti è venuto qualche dubbio con le prime voci di una serie sul mondo di Sleepy Hollow. In fondo parliamo di un film iconico, quel piccolo cult in cui Tim Burton e Johnny Depp ci sembravano ancora originali con la loro adorabile stravaganza. Non so voi, ma io sono stata smentita in fretta.

130708-sleepy-hollow-embed2La prima stagione della Sleepy Hollow di Fox si è conclusa lo scorso 20 gennaio, confermandosi uno dei maggiori successi 2013/2014 – non a caso, è stata rinnovata per una seconda già a poche settimane dall'inizio. Per chi se la fosse persa, in questo nuovo adattamento del romanzo di Washington Irving, Ichabod Crane (Tom Mison) si ritrova catapultato ai giorni nostri per combattere il Cavaliere Senza Testa con tutti i suoi amici demoni, mentre tenta di resuscitare la moglie strega. Per una serie di circostanze viene affiancato ad Abbie Mills (Nicole Beharie), giovane detective con problemi di possessioni demoniache a cui il Cavaliere ha decapitato il capo-padre morale.

L'impronta del dinamico duo Kurtzman-Orci, fra i creatori insieme a Phillip Iscove e Len Wiseman, si vede: prendi la narrazione-che-dire-multilineare-è-riduttivo di Fringe e portala dalla sci-fi all'horror. E magari, già che ci sei, mettici anche l'amato John Noble (Walter Bishop sempre nei nostri cuori) e fallo diventare protagonista di un plot twist finale che ti fa ribaltare dalla sedia – o dal divano, nel mio caso. Sempre come in Fringe, la base poliziesca rimane, con la strana coppia Ichabod-Abbie che indaga ogni settimana su un caso soprannaturale. A questo si aggiunge un'intricata trama orizzontale dal sapore esoterico, che mescola Storia, demoni, drama e tutto quello che ci si può mettere. In più, il passaggio da una linea temporale all'altra, cioè dai giorni nostri alla Guerra Civile, con l'impiego di personaggi storici reali (Geroge Washington zombie!) amplifica l'effetto epico senza scadere nel ridicolo, aprendo le porte alla creazione di una vera e propria mitologia.

Il valore aggiunto è dato dalla forte spinta all'horror e dai momenti ironici. Sleepy Hollow è un horror efficace perché curato alla perfezione sia dal punto di vista narrativo (le emozioni non mancano) ma anche e soprattuto sleepy-hollow-17visivo, con un investimento in effetti speciali che non ti aspetti da una rete broadcast. Sarò una cagasotto, ma quando il Moloch compare negli specchi o quando si impossessa della gente, il mio livello di inquietudine sale (euphemism alert!). E poi l'ironia, data da quei tanto attesi siparietti da 5 minuti a puntata in cui Ichabod deve affrontare il mondo contemporaneo. Ci piace ricordarlo così, mentre si imbarazza e rimprovera le signorine scostumate dei pop-up porno di Internet, o mentre si lascia convincere da Abbey ad indossare degli skinny jeans per circa 30 secondi. Adoro. 

La prima stagione di Sleepy Hollow convince perhé è leggera, di puro intrattenimento fumettistico, ma allo stesso tempo solida dal punto di vista produttivo. Temevo che mi avrebbe fatto rimpiangere Burton-Depp, ma in realtà a quello ci hanno pensato loro con gli ultimi film. Invece, ha dato nuova vita (e che vita) a un franchise che adesso sembra avere ancora molto da offrire.

Paola Brembilla