rubriche: Know your idols

Seth Rogen

Grasse risate per la prima puntata del 2015: Seth Rogen

Seth RogenCominciamo l’anno con un po’ di risate. E’ uno degli interpreti del film/caso del 2014, The Interview, hackerato e censurato a più non posso. Chi l’ha visto giura che sia uno dei film più stupidi dell’anno e non potrebbe essere altrimenti quando si accoppia James Franco con il canadese attore feticcio di Apatow.

Seth Aaron Rogen nasce a Vancouver il 15 aprile 1982 da una famiglia ebraica. Lui stesso descrive i suoi, socialmente impegnati e attivi nella comunità, come “radical Jewish socialists” ricordando anche che i genitori si conobbero in Israele in un kibbutz. Già da piccolo inizia a lavorare in alcuni spot pubblicitari e come cabarettista e al liceo inizia a scrivere sceneggiature, spesso coinvolgendo i suoi compagni. Vince il concorso amatoriale di Vancouver Commedia nel 1998 realizzando che quello che voleva fare era il comico: “As soon as I realized you could be funny as a job, that was the job I wanted”. Sempre al liceo, insieme all’amico d’infanzia/futuro collega Evan Goldberg, comincia a scrivere Superbad ma la collaborazione con Goldberg porterà anche alla regia del demenzialmente geniale Facciamola finita e The Interview.

Seth RogenNel 1999 si trasferisce a Los Angeles, dove debutta nella serie tv Freaks and Geeks, serie dalla breve durata, ma il produttore e regista Judd Apatow rimane colpito da lui e dalle sue doti di improvvisazione. Seth a 16 anni, lascia il liceo e si trasferisce con la famiglia ad L.A.
Come autore riceve una nomination agli Emmy nel 2003 per il lavoro nella serie tv Da Ali G Show mentre come attore lo vedremo in una serie di commedie demenziali di buon livello come Anchorman, Molto incinta, Superbad, The Green Hornet. Insieme a Jonah Hill, Jay Baruchel, Apatow e appunto Goldberg (ultimamente anche James Franco) fa parte di quel gruppo di amici che ha dato inizio ad un nuovo genere di comicità americana – e canadese – molto prolifico, che si basa su battute esplicite, idiozie e scene di totale non sense.

Sposato dal 2011 con l’attrice Lauren Miller, conosciuta sul set di Da Ali G Show, è portavoce e fondatore della “Hilarity for Charity”, per la presa di coscienza, anche tra i giovani, riguardo al Morbo di Alzheimer, malattia di cui è affetta la suocera. Fumatore di marijuana (spesso è usata anche nei suoi film) è membro della NORML, l’organizzazione no-profit che si batte per la legalizzazione della marijuana negli Stati Uniti.

Eccolo in una recente intervista dove parla della Corea del Nord e della marjiuana:

Luisa Lenzi