news

Presentata la V edizione di Dialoghi sull’uomo (Pistoia, 23-25 maggio)

Tutti i protagonisti della quinta edizione di Pistoia – Dialoghi sull’uomo

Si terrà da venerdì 23 a domenica 25 maggio Pistoia – Dialoghi sull’uomo, festival di antropologia del contemporaneo, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e dal Comune di Pistoia, ideato e diretto da Giulia Cogoli, dopo il successo ottenuto nella scorsa edizione, con oltre 15.000 presenze.

In programma tre giornate con 22 appuntamenti nel centro storico di Pistoia: incontri, dialoghi, letture, spettacoli e proiezioni proposti con un linguaggio accessibile a tutti e rivolti a un pubblico interessato all’approfondimento culturale e alla ricerca di nuovi strumenti e stimoli per comprendere la realtà di oggi. La quinta edizione dei Dialoghi è dedicata al tema “Condividere il mondo. Per un’ecologia dei beni comuni”, argomento di grande interesse antropologico e di fortissima attualità in un momento in cui la crisi economica e di valori impone a tutti un ripensamento del nostro vivere in comune.

«Sono in molti a pensare che il 2014 sia l’anno della condivisione – spiega Giulia Cogoli, direttrice dei Dialoghi – Economisti e sociologi fanno appello alla condivisione come ultima possibilità per superare la crisi e le emergenze e guardare con fiducia al futuro. Lo sharing, come la rete ci ha insegnato a chiamare la condivisione, ormai fa parte della nostra vita quotidiana, da forme evolute e sofisticate a pratiche spontanee. Perché, un po’ per necessità e un po’ per virtù, il condividere torna a essere una scelta e un’idea molto diffusa, dopo decenni di idealizzazione del consumo e del possesso individuale».

A scorrere i nomi dei relatori pare proprio che il 2014 possa essere l’anno della definitiva consacrazione del festival, come si augurano Ivano Paci, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio e Samuele Bertinelli, sindaco di Pistoia.

Sarà il giurista Stefano Rodotà a inaugurare la manifestazione, venerdì 23 maggio alle 17,30 in piazza del Duomo con una lectio dal titolo “Beni comuni: la ragionevole follia”, definizione presa a prestito dal sociologo Franco Cassano. Appuntamenti da non perdere sia per i cinefili, con le proiezioni di “Mare Chiuso” di Segre e Liberti e “Il vento fa il suo giro” di Diritti, che per gli amanti del teatro, con Lella Costa che leggerà “Il pranzo di Babette” di Karen Blixen, e della musica, con il concerto dell’Orchestra di Piazza Vittorio” e di Roberto Vecchioni, che chiuderà il festival.

Tra gli altri appuntamenti il costituzionalista Gustavo Zagrebelsky, che torna dopo cinque anni a Pistoia, il neuroscienziato ed etologo Enrico Alleva che analizzerà “La competizione e la cooperazione nel regno animale”, Derrick de Kerchove, direttore del Programma McLuhan e massimo esperto della rete e lo storico Alessandro Barbero.

Inoltre, per il secondo anno, si rinnova l’appuntamento con la pubblicazione della serie di libri dedicati: dopo l’esordio positivo di “Dono dunque siamo” nelle librerie è da poco uscito “L’oltre e l’altro. Sette variazioni sul viaggio” mentre il 29 aprile uscirà il saggio della studio Eva Cantarella “Ippopotami e sirene. I viaggi di Omero e di Erodoto”.

Biglietti

La prevendita dei biglietti partirà giovedì 24 aprile sul sito di Dialoghi sull’uomo o presso la biglietteria La Torre (via Tomba di Catilina 5/7 tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 16,30 alle 19,30, festivi dalle 15 alle 19,30). Il prezzo per gli incontri sarà 3 euro mentre per i concerti sarà 7 euro. Con il biglietto dei Dialoghi sarà possibile accedere gratuitamente ai principali musei della città: Museo Civico, Centro di Documentazione Giovanni Michelucci, Palazzo Fabroni, Museo Marino Marini, Museo del Ricamo e Casa Melani.

La biglietteria resterà aperta con orario continuato 9-22 dal 22 al 25 maggio e biglietti last minute potranno essere acquistati, in caso di disponibilità, sul luogo dell’evento 30 minuti prima dell’inizio dell’incontro.

Quest’anno sarà possibile raggiungere Pistoia in modo comodo ed ecologico utilizzando il car sharing, grazie all’accordo con BlaBlaCar e carpooling.it. Presentando il biglietto in alcuni negozi della città che esporranno l’apposito contrassegno, sarà possibile usufruire di uno sconto sul prezzo d’acquisto.