Cinema

Oscar 2017 – Casey Affleck, che fatica essere me

Vi presentiamo Casey Affleck, non solo fratello di Ben ma il nuovo (probabile) Oscar per migliore attore protagonista

Il piccolo di casa è cresciuto. Il fratello minore adesso è solo “il fratello di”, definizione che geneticamente parlando resta, ma dell’outsider o del “bravino” rilegato a ruoli di secondo piano conserva solo il ricordo. Con Manchester By The Sea Casey Affleck ha trovato la consacrazione svelandosi, con buona pace dell’altro Affleck, come il vero talentuoso della famiglia.
I riconoscimenti che stanno piovendo dal cielo, tra cui Golden Globe e BAFTA per miglior attore drammatico, sono la punta di una carriera costruita in silenzio, con fatica e lavoro.

casey affleckNato il 12 agosto 1975 a Farmouth in Massachusetts, da madre insegnante e papà tuttofare, i suoi hanno divorziato quando lui era bambino, a causa dei problemi del padre con l’alcol. I rapporti dei fratelli con la figura paterna non sono stati semplici e solo negli ultimi anni, dopo la disintossicazione, sono andati migliorando.
Seguendo la carriera nel mondo del cinema, Casey è cresciuto all’ombra del fratello più grande, più bello, apparentemente più bravo, Ben Affleck.

casey affleck will huntingSe fin dall’inizio il più piccolo dei due esordiva in Da morire di Gus Van Sant, che lo dirigerà anche in Gerry, Ben, a 26 anni, ritirava il suo primo Oscar grazie alla sceneggiatura di Will Hunting, sempre per la regia di Van Sant, insieme a Matt Damon, frequentava Gwyneth Paltrow e appariva sulle copertine di decine di magazine eletto tra i 50 sex symbol degli anni ’90. Ma nessuna rivalità tra i due: Ben lo volle in una serie di film di cui è stato protagonista, regista o sceneggiatore come Will Hunting o Gone Baby Gone.

Casey AffleckCasey, più schivo ed introverso rispetto al fratello, ma molto più divertente (sapevate che all’inizio Matt Damon doveva essere protagonista in Manchester by the Sea? O che Casey pensa che suo fratello non sia stato un gran Batman?) ha alternato film di successo a lavori di nicchia: da 200 Cigarettes a Interstellar di Nolan, passando per American Pie, la trilogia di Ocean e I’m Still Here il mockumentary diretto da Casey che racconta la (delirante) vita dell’amico di sempre Joaquin Phoenix.
E fu proprio Phoenix che, nel 1995 sul set di Da morire, gli presentò sua sorella Summer, che diventerà sua moglie per oltre 10 anni (si sono separati nel 2016) e con cui ha avuto 2 figli, Indiana e Atticus.
Agli Oscar 2017 è tra i candidati a migliore attore protagonista e noi, ça va sans dire, tifiamo per lui, tifiamo per gli outsider.

Luisa Lenzi