rubriche: EPistole

Octal Industries VS. OHM – Sedna (Thule, 2016)

L’etichetta islandese Thule non si arresta e con le sue raffinate uscite continua a stupire pur mantenendo l’impatto sonoro che contraddistingue l’etichetta. In questo caso abbiamo una produzione a 4 mani con Octal Industries e OHM, due pionieri della techno islandese. Carnage News aveva già incrociato questa etichetta con la ripubblicazione di un’opera fondamentale del… Read more »

octal-industries-vs-ohm-carnage-news L’etichetta islandese Thule non si arresta e con le sue raffinate uscite continua a stupire pur mantenendo l’impatto sonoro che contraddistingue l’etichetta. In questo caso abbiamo una produzione a 4 mani con Octal Industries e OHM, due pionieri della techno islandese. Carnage News aveva già incrociato questa etichetta con la ripubblicazione di un’opera fondamentale del genere ad opera di Exos, personaggio con cui i nostri sono abitualmente in contatto e con cui hanno collaborato. Exos ha avuto anche un periodo felice recentemente per via del tour e delle collaborazioni con la crew dell’etichetta TRIP di Nina Kraviz.
Il suono tipico della dub-techno di questa etichetta, si fa lampante nel caso di Sedna. L’EP è una selezione di tracce immersive, calde, come nel caso di Static, la cui liquidità e i suoi intrecci di beat si incastrano con eleganti tappeti in delay. La techno se ne sta sommessa rispetto alle atmosfere dub, ed è il fascino del genere (avviene in Uktall). Sedna, la title track, è la traccia sorella di Static che, con il suo incedere viene alternata di interventi di distorsioni e delay, scarabocchi ponderati su tela geometrica. Il caso in qui la techno si equipara al dub è Timelapse (dub) una bella cavalcata dai toni notturni in cui i pad ritmici sostengono le pulsazioni satolle di bassi.

Sedna è una di quelle uscite che riescono ad avvolgere con naturalezza l’ascoltatore. Il doppio progetto mostra maturità ed eleganza nelle proprie scelte. Saper dosare è una delle migliori caratteristiche per artisti, chef, chimici, insomma, la virtù della parti supera l’insieme e la virtuù dell’insieme riesce a superare quella delle parti.

Riccardo Gorone