rubriche: EPistole

Natan H – Erklingen EP (Taped Artifact, 2015)

Natan H, nome d’arte del misterioso produttore di Los Angeles, che esce con questo EP dal titolo Erklingen EP

Nathan H - Carnage News Natan H, nome d’arte del misterioso produttore di Los Angeles, che esce con questo EP dal titolo Erklingen EP. ma prima di parlare dell’Ep, brevemente dobbiamo tornare alla prima uscita dell’etichetta per cui esce questo lavoro: si tratta dell’etichetta Taped Artifact del musicista Kevin Arnemann che ha inaugurato l’etichetta con il suo EP Lumière che ha determinato in maniera così chiara il suono dellla label che, ascoltando Natan H, si può solo ammirare la coerenza con cui gli stilemi si affiancano e che arricchiscono e completano l’etichetta. L’essenza, le radici del suono dell’etichetta sono chiaramente (oscuramente) dub, ma con influenze e stilemi appartenenti all’elettronica mitteleuropea – spesso ben definita, geometrica, nonostante l’effettistica.

La title track apre l’EP in un clima dub tra fruscii (che hanno caratterizzato il suono di etichette come la Delsin, per esempio, o la Northern Electronics) e clap techno, traccia perno del disco, in confronto, le altre sembrano quasi una lezione appresa dalla prima, ma nulla sfigura. Anzi, il buon gusto e il dosaggio (perché questo EP è tutto un gioco di dosaggi) di armonia, melodia, ritmo, effetti, non fanno altro che rendere questa uscita compatta, unita, che ha chiaramente seguito e definito un genere, un grande esemplare di questa specie musicale. Te Aro, il seguito, un poco più giù nelle profondità dei bassi, in cui si incontra/scontra un movimento acid che smuove da’ il passo al brano. Tutto l’imprinting di Natan H è di stampo techno/dub, le influenze jungle ed acid sono solo sublimate, rimangono nel fondo dei brani ed evaporano con estrema facilità.

La principale qualità del disco è la naturalezza col quale si sviluppa, la leggerezza degli incastri e del procedere dei pezzi e, nel contempo, il calore che solo i bassi ben cesellati sono in grado di dare – una delle caratteristiche del dub par excellence. Erklingen Dub è underground, ben arredato, la luce invernale filtra molto bene dalle sue finestre e il calore che si irradia dal camino, ottenunto da barili da strada che si adatta agevolmente agli interni, conforta, rilassa e occupa l’attenzione per tutta la durata dell’opera.

Riccardo Gorone