news

Morton Subotnick @ Maggio Elettrico / Made in USA

A MAGGIO ELETTRICO PROTAGONISTA LA MUSICA DI STEVE REICH, TERRY RAILEY E OSPITE D’ECCEZIONE MORTON SUBOTNICK IL PRIMO AD AVER COMPOSTO UN ALBUM DI SOLO MUSICA ELETTRONICA

mortonsubotnick_2FIRENZE. Due giorni con i grandi nomi della musica elettronica internazionale, sabato 27 e domenica 28 maggio per MAGGIO ELETTRICO, ospite Morton Subotnick, guru dell’elettronica di qualità insieme a Steve Reich e Terry Railey, a 80 anni presenzierà al concerto dedicato a grandi autori e pionieri, Maggio Elettrico Made in Usa, interpretato dall’Ensemble 900 del Conservatorio della Svizzera italiana, (27/5 h. 21.30). Il giorno seguente una prima assoluta: Keyboard Studies 1&2, per pianoforte e nastro magnetico (1965) di Terry Riley con uno dei pianisti più sensibili e poliedrici della musica italiana Fabrizio Ottaviucci(28/5).

SUBOTNICK 3MAGGIO ELETTRICO / MADE IN U.S.A. Il concerto sancisce la collaborazione di Tempo Reale con una realtà di punta della formazione musicale della Svizzera Italiana, ospitandone una giovane compagine cameristica di grandissimo valore. Due autori americani sono al centro di questo programma. Il lavoro di Morton Subotnick, uno dei pionieri della musica elettronica d’oltreoceano e relativamente poco conosciuto in Italia, è un balletto immaginario ispirato dalle suggestioni surrealiste di Max Ernst; in questo brano energico e misterioso gli strumenti acustici lottano con un’elettronica fredda, vorticosa, inumana. Un’opera molto famosa di Steve Reich ci riporta al suo tipico clima compositivo: i suoni e le voci della città, campionati e suonati tramite due tastiere, diventano le cellule musicali fondamentali che generano l’intera composizione. Un grande affresco acustico moderno, in cui i suoni della società contemporanea diventano musica.

MAGGIO ELETTRICO / NOT ONLY MADE IN U.S.A. Uno dei pianisti più sensibili e poliedrici della musica italiana propone un programma originalissimo al confine tra suono americano e italiano. Spicca la presenza di alcune delle Stanze (peraltro tre in prima assoluta) di Coluccino, compositore appartato e unico nel panorama attuale, la cui opera viene relazionata con due diversissimi autori americani, accomunati da un medesimo interesse per quelle geografie sonore che caratterizzano da sempre la ricerca di molti musicisti made in USA.

Biglietto unico € 5 www.temporeale.it – tel. 055 717270

PROGRAMMA MAGGIO
info tel. 055 717270 – www.temporeale.it

Sabato 27 maggio, ore 21.30
Limonaia di Villa Strozzi, Firenze
MAGGIO ELETTRICO / MADE IN U.S.A.

Ensemble 900 del Conservatorio della Svizzera italiana
Francesco Bossaglia direttore

In collaborazione con Scuola universitaria di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana e Rete Due RSI (Radiotelevisione svizzera)Morton Subotnick, The Key to Songs (1985) per due pianoforti, due percussioni, viola, violoncello e suoni elettronici
Steve Reich,
City Life (1995) per ensemble

Domenica 28 maggio, ore 17.30
Limonaia di Villa Strozzi, Firenze
MAGGIO ELETTRICO / NOT ONLY MADE IN U.S.A.
Fabrizio Ottaviucci pianoforte

Osvaldo Coluccino, Stanze, per pianoforte (2010-2011)
Terza stanza*, Quarta stanza, Quinta stanza*, Decima stanza, Dodicesima Stanza*
Alvin Curran,
For Cornelius, per pianoforte (1982-1993)
Terry Riley,
Keyboard Studies 1&2, per pianoforte e nastro magnetico (1965)
*prima esecuzione assoluta
Progetto ideato in collaborazione con Carla Chiti