rubriche: Nerdvana

Ma alla fine l’altalena dove cazzo era appesa?

Se mangiare formaggio di capra, pane raffermo e vivere senza corrente è il vostro stile di vita preferito, amici e amiche continuate a leggere. Stiamo parlando di Holly e Benji, ahahahahahahaah! No dai, avevate pensato giusto, era proprio Heidi o per dirla alla Nipponica Arupusu no Shōjo Haiji (non vi sto prendendo per il culo)…. Read more »

Se mangiare formaggio di capra, pane raffermo e vivere senza corrente è il vostro stile di vita preferito, amici e amiche continuate a leggere.

Stiamo parlando di Holly e Benji, ahahahahahahaah! No dai, avevate pensato giusto, era proprio Heidi o per dirla alla Nipponica Arupusu no Shōjo Haiji (non vi sto prendendo per il culo). Per la prima volta in questa rubrica, non vi presento un anime tratto da un manga ma tratto direttamente da un romanzo. Heidi è un famoso romanzo scritto da Johanna Spyri, pubblicato nel 1880 e ambientato fra la Svizzera e la Germania intorno alla fine dell’Ottocento.L’anime è stato trasmesso dalla Fuji TV nel gennaio del 1974 e in Italia da Rai1 nel febbraio del 1978 per un totale di 52 puntate.

 

Sotto gli occhi poco attenti della maggior parte delle persone la storia di Heidi può essere dolce e ingenua, ma la verità vi è sempre stata nascosta:

Heidi rimane orfana dalla nascita, per i suoi primi 5 anni di vita se ne prende cura la Zia Dete, ma visto che la nostra eroina è una rompicoglioni di prima categoria la dolce zia se ne libera come una scoreggia al vento e la parcheggia dal nonno, amabile vecchietto che vive solo in una baita sperduta tra le Alpi insieme ad un San Bernardo e a delle caprette…. Fate voi quanta vita sessuale potesse avere il vecchino.

Oltre al Nonno, innominato come il personaggio dei Promessi Sposi, abbiamo anche un giovane pastorello di nome Peter che nel susseguirsi degli episodi diventerà l’inseparabile amico di Heidi, e passeranno insieme memorabili avventure come favolose passeggiate tra i prati e la scoperta di nuove rocce a forma di punta, ragazzi che suspance. Ma la vita per Heidi non sarà sempre caprette che le fanno ciao, latte lassativo e strane carezze da parte del nonno; la poverina verrà portata contro la sua volontà a Francoforte, al servizio di una giovane fanciulla costretta da una malattia sulla sedia a rotelle. Quest’ultima si chiama Clara, ed è la figlia del Signor Seseman noto spacciatore di sostanze stupefacenti in Francia, che non avendo mai tempo per la figlia le compra giustamente Heidi per farle compagnia. Per completare il quadretto felice, a far sorridere la nostra prediletta, ci si mette anche la Signorina Rottenmeier, governante della casa dei Seseman di giorno e instancabile Mistress la notte. Ora tutti i personaggi principali della storia vi sono stati presentati, per il resto delle mirabolanti avventure di Heidi non vi rimane che guardare l’anime.

La rovina di questo personaggio amato da grandi e piccini è stata, mi dispiace dirlo, la campionatura della voce di Heidi nel programma radiofonico di Fabio Volo, dove è stata usata per teatrini di poca comicità e stuprata della sua vera essenza. spero che prima o poi le autorità facciano il loro dovere e aiutino a riscattare questo inarrivabile personaggio.

Prima della fine, voglio ringraziare personalmente il mio amico Simone Scotuzzi, che ha contribuito alla stesura di questo mirabolante articolo. Sempre col cuore in mano vi salutiamo e speriamo di avervi fatto sorridere come sempre e avervi invogliato alla visione di questo cartone animato.

Miei cari affezionatissimi alla prossima avventura.

 

  • Quantificatore

    Già che ci siamo, spezziamo anche una lancia a favore del povero Spank, che nel programma di Fabio Volo ha fatto la stessa fine di Heidi