rubriche: EPistole

Kyoka – SH (raster:noton, 2016)

Kyoka mostra raffinatezza e decisione nelle sue scelte. Si percepisce quasi una sorta di modalità di composizione in real time, che poi viene passata al setaccio della postproduzione per la raffinazione dei suoni.

carnagenews-kyoka-shEP speciale, quasi raster:noton avesse iniziato a cambiare orientamento, come la stessa Kyoka, che sembra spostarsi verso solide geometrie (sempre in movimento, dettaglio da non escludere) fatte di piccoli suoni, pulsazioni, ritmi puntilistici che si discostano dai “caosmi” sonori tipici dell’artista. Difatti questo EP SH nasce in concomitanza alla serie di collaborazioni White Circle tra etichetta e lo spazio ZKM, architettonicamente ideato per eventi multimediali in cui audio e video si mescolano. Come dicevamo, questo EP è costituito da quattro tracce che mescolano dub, techno, elettronica pura, up-tempo in una grammatica scarna, ma non per questo meno complessa nelle sue strutturazioni. Si prenda l’esempio di Susurrus alle cui pulsazioni ritmiche si mescolano wall of sounds di onde quadre, rimbalzi ritmici interrotti, schiocchi dalle illimitate modulazioni. Ben più “violento” il caso della urban smash/hush in cui, come il titolo rivela, esplosioni si mescolano a sussurri. Hovering, dall’approccio quasi idm, quasi d’autore (il richiamo ai Pan Sonic si fa sentire subito all’inizio) per poi progredire nei suoi continui filtraggi e tagli di misure in cui i vari ritmi e timbri si sormontano. Shush, quasi la parodia tranquilla di smash/hush, si muove su astrattismi quasi techno. Soliloquy è l’ambient digitale fatto solenne, ancora di più solenne dell’ultima traccia Somniloquy, che tra scudisciate, fruscii e colpi riverberati si fa strada verso l’epilogo.

Kyoka mostra raffinatezza e decisione nelle sue scelte. Si percepisce quasi una sorta di modalità di composizione in real time, che poi viene passata al setaccio della postproduzione per la raffinazione dei suoni. Ma l’animo fluido, la ricerca dei ritmi e l’utilizzo della quantizzazione come espressionismo è sempre la sua firma, non solo firma d’artista, ma marchi di fabbrica timbrato raster:noton. 

Riccardo Gorone