news

OREN AMBARCHI live @ Limonaia di Villa Strozzi (20 maggio 2017, Firenze)

SI APRONO I CONCERTI PER I TRENTA ANNI DI TEMPO REALE CON UNO DEI MIGLIORI ARTISTI SPERIMENTALI: OREN AMBARCHI E LA SUA RIATTUALIZZAZIONE DELL’ESTETICA KRAUTROCK NEL SUO TERZO ALBUM SOLISTA

oren ambrachi 2FIRENZE. Musicista crossover della scena elettronica, Oren Ambarchi inaugura i concerti dei trenta anni di Tempo Reale sabato 20 maggio alla Limonaia di Villa Strozzi, h. 21.30. Sin dagli anni ‘90, l’australiano multistrumentista ha composto albumdi successo, scolpito ambientazioni sonore e collaborato con i più grandi nomi della scena sperimentale, per Tempo Reale presenta il suo ultimo terzo album solista Hubris.
Si è dimostrato negli anni uno sperimentatore e innovatore coraggioso(Experimental Artist of the Year in 2014 by Pitchfork magazine), come testimoniano i suoi numerosi lavori solisti in cui ha spaziato tra sperimentazioni drone-metal, noise, esperienze ambientali, chitarre modificate, ossessive ripetizioni minimali. La sua recente produzione discografica sta conoscendo un indubbio successo di pubblico e di critica.Nel suo ultimo lavoro “Hubris (2016): abbandona la chitarra preparata, suonata in orizzontale, con oggetti trovati, a la Keith Rowe, per un altro gioco sonoro.


oren ambarchiLa rivisitazione (nel caso di questo cd
stampato per l’etichetta austriaca Mego) del cosiddetto motorik, ossia dello scheletro ritmico in 4/4, pulsante e ossessivo, che per primo accompagnò le composizioni di alfieri krautrock quali Can, Neu!E Kraftwerk(Sentireascoltare). Un esperimento post-minimalista, figlio delle regole di quella scuola d’avanguardia fatta di pulsazioni ritmiche ossessive, dinamiche costanti senza variazioni (pur nella lunghezza dei brani), complessità tecnica estrema che rasenta l’impossibilità di esecuzione. Nelle molteplici influenze che Oren Ambarchi ha mostrato negli anni, mai come in “Hubris” appare chiara la vicinanza ai musicisti prossimi al post-minimalismo, tra cui John Adams (per chi non lo sapesse, il compositore vivente più eseguito al mondo) e – in particolare – il collettivo Bang On A Can, formato dai compositori David Lang, Michael Gordon e Julia Wolfe (moglie di Gordon); collettivo a cui hanno partecipato musicisti del calibro di Johm Cage e Glenn Branca”(Ondarock.it).

Biglietto unico € 10 – info tel. 055 717270 – www.temporeale.it